Climatizzazione domestica Fissa.

Climatizzatori, detrazione del 50% e Sconto in Fattura.


Il bonus climatizzatori per risparmio energetico prevede agevolazioni e sconti per l’acquisto di condizionatori a pompa di calore ad alta efficienza energetica (almeno in classe A) entro il 31 dicembre 2021.

Spetta a tutti i soggetti che decidono di acquistare o sostituire i propri condizionatori e non è legato necessariamente a interventi di ristrutturazione edilizia. In particolare, i condizionatori sono compresi nelle agevolazioni previste per l’efficientamento energetico degli immobili. I condizionatori possono fruire anche di una detrazione del 50% per chi vuole sostituire un vecchio impianto di riscaldamento o raffrescamento per installarne uno nuovo a pompa di calore ad alta efficienza energetica (almeno in classe A).

 Per ottenere il questo bonus occorre richiedere la fattura al momento dell’acquisto del climatizzatore e pagare con bonifico “parlante” (quindi deve essere indicata la causale del pagamento, il codice fiscale dell’intestatario della fattura, la partita IVA o il codice fiscale del beneficiario del pagamento, il numero e la data della fattura che si sta pagando). Per poter usufruire dell’agevolazione è necessario allegare la documentazione dell’acquisto alla dichiarazione dei redditi e la spesa detraibile è da dividere in 10 rate annuali di pari importo. Occorre, inoltre, inviare comunicazione all’ENEA dei dati delle spese sostenute entro 90 giorni dalla data di collaudo dei climatizzatori.


Installa in sicurezza


Abilitazione all'esercizio e manutenzione degli impianti frigo.


Realizzazioni recenti


Informativa COVID-19 impianti Aeraulici

CASA SERVICE è regolarmente iscritta e in possesso del codice ateco 43.22.01.
"La sanificazione degli impianti al servizio degli edifici (ad esempio, impianti di condizionamento, climatizzazione) non rientra nella manutenzione ordinaria di cui all’art. 2, comma 1, lett. d) del D.M. n. 37/2008, codificata come contenimento del normale degrado d’uso dell’impianto oppure rimedio ad eventi accidentali per garantire il normale funzionamento dell’impianto, dovendo essere eseguita solo da imprese di installazione e manutenzione degli impianti in possesso dei requisiti previsti dal D.M. 37/08. Il committente, gli organi di vigilanza e controllo, l’Agenzia delle Entrate nel valutare il credito d’imposta, dovranno verificare che l’impresa che ha eseguito l’attività sia iscritta nel registro delle imprese – REA quale impiantista e nella sezione (sono sette) specifica per la tipologia di impianto.
Codice Ateco: 43.22.01 – INSTALLAZIONE DI IMPIANTI IDRAULICI, DI RISCALDAMENTO E DI CONDIZIONAMENTO DELL’ARIA (INCLUSA MANUTENZIONE E RIPARAZIONE) IN EDIFICI O IN ALTRE OPERE DI COSTRUZIONE"